Image 1 of 0

Site logo























" Nelle immagini di Filippo Fior succede sempre qualcosa. Fior vive insistentemente,freneticamente, quasi ossessivamente la sua elettrizzata ispirazione, avvalendosi di una sensibilità da indovino ai tanti misteri e paradossi nascosti per le strade o nelle stanze, e senza bisogno di indagare troppo cervelloticamente, senza elucubrazioni o rimaneggiamenti, fulminea come un aforisma arriva la sua idea, grottesca, spudorata, impietosa, che fa vibrare un sentimento non ancora sentito, e suggerisce un pensiero non ancora pensato.
La sua fotografia è una folgorazione profetica, un baleno, la rivelazione di un segreto recondito, il disvelamento di quell’intimità che cose e persone ci nascondono: nello spazio ristretto di una cucina, o in quello sconfinato del cielo o di una campagna, come davanti (o dietro?) ad una persona la curiosità di Filippo Fior fruga dappertutto, si agita, scalpita, si scatena, e rapidamente lascia partire una raffica di intuizioni originali, baciate dall’inconfondibile classe dell’artista ".

- Peppe Cavallari, poeta



Pubblicato su: vogue italia, vogue america, Style.com, style.it, collezioni, velvet, Repubblica, Corriere della sera, financial times, Times and many others...

























" Nelle immagini di Filippo Fior succede sempre qualcosa. Fior vive insistentemente,freneticamente, quasi ossessivamente la sua elettrizzata ispirazione, avvalendosi di una sensibilità da indovino ai tanti misteri e paradossi nascosti per le strade o nelle stanze, e senza bisogno di indagare troppo cervelloticamente, senza elucubrazioni o rimaneggiamenti, fulminea come un aforisma arriva la sua idea, grottesca, spudorata, impietosa, che fa vibrare un sentimento non ancora sentito, e suggerisce un pensiero non ancora pensato.
La sua fotografia è una folgorazione profetica, un baleno, la rivelazione di un segreto recondito, il disvelamento di quell’intimità che cose e persone ci nascondono: nello spazio ristretto di una cucina, o in quello sconfinato del cielo o di una campagna, come davanti (o dietro?) ad una persona la curiosità di Filippo Fior fruga dappertutto, si agita, scalpita, si scatena, e rapidamente lascia partire una raffica di intuizioni originali, baciate dall’inconfondibile classe dell’artista ".

- Peppe Cavallari, poeta



Pubblicato su: vogue italia, vogue america, Style.com, style.it, collezioni, velvet, Repubblica, Corriere della sera, financial times, Times and many others...


Filippo Fior

photography

© filippo fior 2013    flickr   tuscanylandscapes.com    fppfior@gmail.com