Nave Gregoretti, Salvini e Renzi faranno esplodere il governo prima dell’Emilia

Matteo Renzi salverà Matteo Salvini sul processo per la nave Gregoretti? A pochi giorni dal cruciale voto in Emilia-Romagna, il governo Conte rischia di andare a pezzi.

di , pubblicato il
Matteo Renzi salverà Matteo Salvini sul processo per la nave Gregoretti? A pochi giorni dal cruciale voto in Emilia-Romagna, il governo Conte rischia di andare a pezzi.

Dal congresso federale della Lega, che ha formalmente accantonato la scritta “Nord” dal nome del partito, il segretario Matteo Salvini ha lanciato la sua sfida ai magistrati che vorrebbero processarlo sul caso della Nave Gregoretti della Guardia Costiera, a bordo della quale furono portati in salvo 131 clandestini e a cui per giorni l’allora ministro dell’Interno impedì lo sbarco nell’estate scorsa.

Abuso di ufficio e sequestro di persona le accuse, che varrebbero una pena detentiva fino a 15 anni. A differenza del caso legato al capitano tedesco Carola Rackete, il Movimento 5 Stelle non si mostra disponibile a negare l’autorizzazione a procedere al Senato, anzi rimarca con i suoi esponenti come la decisione di Salvini sarebbe stata “a titolo personale”.

Il leader della Lega sostiene di disporre di materiale (fax, email, etc.) che dimostrerebbe come della decisione di negare lo sbarco sarebbe stato informato il governo nel suo insieme, il quale l’avrebbe anche condivisa. Il caso è diventato politicamente esplosivo, perché i “grillini” salvarono l’allora loro ministro con una votazione sulla piattaforma Rousseau, mentre stavolta non intendono farlo, segnalando di applicare due pesi e due misure, a seconda che l’indagato sia un loro alleato al governo o meno.

A votare sarà la Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato, in data 20 gennaio, pochi giorni prima delle elezioni regionali in Emilia-Romagna. Se i 23 componenti si mostrassero a maggioranza propensi al processo, inviando all’Aula parere favorevole, Salvini farebbe gli ultimi giorni di campagna elettorale nel ruolo di vittima del governo, perseguitato per avere cercato di difendere i confini nazionali, potendo additare il Movimento 5 Stelle come un partito ipocrita e manettaro con gli avversari. Chiamerebbe a raccolta il suo popolo, che avrebbe una motivazione in più per recarsi alle urne il 26 gennaio.

Grillo disperato finge di tutelare Di Maio, ma la vendetta contro Conte è pronta

I voti in Giunta

E se la Giunta lo salvasse? Dei 23 componenti, 13 sono di area governativa (tra cui qualche possibile “malpancista” grillino), ma ben 3 risultano iscritti al gruppo Italia Viva di Matteo Renzi, il quale ha dichiarato in questi giorni che prima di giudicare vorrà leggersi le carte, perché “siamo gente seria, noi”, alludendo al fatto che i grillini salvarono “vergognosamente” Salvini in un caso simile, pur configurandosi il reato di sequestro di persona.

In sostanza, potrebbe accadere la seguente: il leader leghista invierebbe le carte alla Giunta presieduta da Maurizio Gasparri (Forza Italia), nelle quali difenderebbe il suo operato come decisione “collegiale del governo Conte”. Renzi, che di guai giudiziari in prima persona ne ha diversi, prenderebbe la palla al balzo per rimarcare l’ipocrisia dei 5 Stelle e magari farebbe astenere o votare contro i suoi.

Se accadesse, il governo non reggerebbe un minuto di più. Gli insulti nella maggioranza monterebbero a livelli inauditi, perché Luigi Di Maio avrebbe tutta la convenienza a sfruttare il caso come un assist servitogli per guadagnare consensi, in vista del voto emiliano-romagnolo. E probabile che sia quello che voglia Renzi, ossia spingere i grillini a far cadere il loro stesso governo, così da precipitare l’Italia verso probabili (ma non scontate) elezioni anticipate. In questo modo, esse verrebbero celebrate prima del referendum costituzionale confermativo del taglio dei parlamentari, cioè verrebbero eletti nuovamente 630 deputati e 315 senatori, ma formalmente senza che sia stata colpa di qualcuno, se non dell’impossibilità dei “giallo-rossi” di andare avanti.

Se l’incontro segreto tra Salvini e Renzi c’è stato, per dirsi cosa?

[email protected] 

Argomenti: Politica, Politica italiana